Arte Egizia

SCARABEO IN STEATITE

Dettagli Prodotto

Periodo: 1186-736 a.C.

Dimensioni: Altezza 1,1 cm, larghezza 0,9 cm

Note:

Integro

Prezzo: €180.00

Descrizione:

Tardo Nuovo Regno-III Periodo Intermedio,1186-736 a.C. Scarabeo naturalisticamente scolpito in modo da rendere l’anatomia dell’insetto; dorso: la testa vagamente triangolare è in rilievo sulla superficie del clipeo a raggiera, il protorace è separato dalla testa mediante incisioni, le elitre sono rese con una linea verticale, la parte laterale è incisa in modo da imitare le zampe ripiegate poggianti sulla base piatta. Simboli geroglifici in planta pedis: il titolo reale di “filiazione solare” in una frase riferita a Maat. Si tratta di un motto reale con l’individualizzazione della figura divina, lo scarabeo aveva la funzione di trasmettere al proprietario il supporto del re, così come di Amon.
Ex Collezione Gustave Mustaki; parte della collezione Mustaki si trova al British Museum, fu esportata in Gran Bretagna nel 1948.
Lo scarabeo Kepher che si rigenera è il simbolo del sole mattutino: gli egizi osservarono che lo scarabeo esce dalla terra quando si leva il sole e fa rotolare per tutto il giorno una pallina di sterco. Quando il sole tramonta anche lo scarabeo scompare nella terra; fu dunque istituito un parallelo tra l’insetto e il movimento del disco solare nel cielo: lo scarabeo divenne immagine di buon auspicio, simbolo di fertilità e rinnovamento
Comunicazione alla Soprintendenza Archeologica di Bologna Cod.125/2017

richiedi informazioni

Inviando il modulo autorizzo il trattamento dei dati personali trasmessi (Privacy & Coockie Policy )