Arte Egizia

SCARABEO IN STEATITE

Dettagli Prodotto

Periodo: 1720-1530 a.C.

Dimensioni: Altezza 1,3, larghezza 0,9 cm

Note:

Scheggiature

Prezzo: €180.00

Descrizione:

II Periodo Intermedio,1720-1530 a.C. Scarabeo naturalisticamente scolpito in modo da rendere l’anatomia dell’insetto; dorso: la testa vagamente triangolare è in rilievo sulla superficie del clipeo a raggiera, il protorace è separato dalla testa mediante incisioni, le elitre sono rese con una linea verticale, la parte laterale è incisa in modo da imitare le zampe ripiegate poggianti sulla base piatta. Simboli geroglifici in planta pedis: l’Ureo alato, figura stante di Osiride con Netier, Nefer. Ex Collezione Gustave Mustaki; parte della collezione Mustaki si trova al British Museum, fu esportata in Gran Bretagna nel 1948.
Lo scarabeo Kepher che si rigenera è il simbolo del sole mattutino: gli egizi osservarono che lo scarabeo esce dalla terra quando si leva il sole e fa rotolare per tutto il giorno una pallina di sterco. Quando il sole tramonta anche lo scarabeo scompare nella terra; fu dunque istituito un parallelo tra l’insetto e il movimento del disco solare nel cielo: lo scarabeo divenne immagine di buon auspicio, simbolo di fertilità e rinnovamento
Comunicazione alla Soprintendenza Archeologica di Bologna Cod.125/2017

richiedi informazioni

Inviando il modulo autorizzo il trattamento dei dati personali trasmessi (Privacy & Coockie Policy )