Nuovi Arrivi

OINOCHOE CANOSINA

Dettagli Prodotto

Periodo: 350-250 a.C.

Dimensioni: Altezza 30,8 cm

Note:

Ansa parzialmente restaurata, scheggiature sul labbro

Prezzo: €1800.00

Descrizione:

Italia Meridionale. Periodo Ellenistico, Ultima metà del IV- metà del III secolo a.C. Rara ed elegante oinochoe canosina, argilla figulina beige con ingobbiatura bianca, vernice rossa, modellata al tornio. Bocca trilobata pronunciata da due apicature, labbro estroflesso e orlo modanato, alto collo a profilo concavo distinto da collarino in rilievo alla base, ansa a nastro quadi-costolata sormontante impostata dall’orlo alla spalla, corpo ovoide allungato verso il basso, piede ad echino modanato. Interamente dipinta in bianco, decorazione policroma in rosso, costituita da linguette sul collo, ghirlanda con foglie di ulivo nella parte mediana del corpo, tra serie di linee circolari orizzontali. Ex collezione privata Herakles Numismatik und Antiquitäten GmbH (München), acquisita nel mercato europeo dagli anni 70 al 2000

Nelle botteghe canosine furono creati questi caratteristici vasi policromi che apparvero in Puglia negli ultimi decenni del IV secolo a.C., la loro produzione si estese perlomeno fino alla metà del III secolo soppiantando quella a figure rosse. La produzione di questa ceramica policroma prevede l'uso di colori a tempera, stesi a freddo sulla superficie dei vasi, da cui dipende la scarsa tenuta del colore. La decorazione policroma dipinta è accompagnata spesso da una ridondante decorazione plastica, con figure a tutto tondo o a rilievo, con appliques di varie dimensioni e tipologia, realizzate con una gamma di colori ristretta: rosso, nero, celeste e rosa. Le forme utilizzate sono quelle del repertorio tradizionale daunio come l’askos e l’olla con labbro, non mancano le oinochoai. La decorazione pittorica risulta spesso frutto di improvvisazione, raggiungendo efficaci soluzioni pittoriche. Tra i motivi ricorrenti compaiono festoni con bende, rosette a stella, con uno schema decorativo che rievoca l’impianto delle pitture funerarie ipogeiche.
Comunicazione alla Soprintendenza Archeologica di Bologna Cod. 10/2021

VENDUTA

richiedi informazioni
Ti invitiamo a leggere l'Informativa Privacy