Arte Romana

INTAGLIO DI MARTE

Dettagli Prodotto

Periodo: 0-100 d.C.

Dimensioni: Altezza 1,8 cm; larghezza 1,3

Note:

Integro

Prezzo: €190.00

Descrizione:

Periodo Imperiale, I-II secolo d.C. Intaglio in corniola rossa con venature, ovale a profilo troncoconico piano, incisione raffigurante figura maschile stante in contrapposto con il volto rivolto a sinistra, identificabile con il dio Marte, indossa l’armatura completa: l’elmo crestato, la corazza sopra una corta tunica, alti stivali militari, impugna la lancia con la mano destra alzata mentre con la sinistra regge uno scudo posto ai suoi piedi.
L'intaglio delle pietre preziose al tempo dei Romani era molto più che un semplice complemento alla manifattura dei gioielli, almeno fino al tempo degli Antonini, il sigillo era l'emblema personale che richiamava l'orgoglio della tradizione famigliare, credenze fermamente professate dal possessore, il ritratto del proprietario o di persone care. Un sobrio senatore, che avrebbe bollato la gioielleria come effeminata, indossava tuttavia pietre sigillo intagliate. Inoltre quando la scrittura corsiva non era molto sviluppata, le gemme intagliate stampate nella cera o nell'argilla, erano l'unica firma efficace.
Comunicazione alla Soprintendenza Archeologica di Bologna cod. 120/2014

richiedi informazioni
Ti invitiamo a leggere l'Informativa Privacy