Arte Egizia

AMULETO DI TARTARUGA IN VETRO

Dettagli Prodotto

Periodo: 664-332 a.C. circa

Dimensioni: Altezza 0,6 cm; Lunghezza 1,3 cm

Note:

Integro

Prezzo: €190.00

Descrizione:

Periodo Tardo. Raro amuleto in vetro verde trasparente con dettagli in giallo e rosso, raffigurante una tartaruga naturalisticamente rappresentata con le zampe e la testa emergenti dal carapace, foro passante di sospensione longitudinale.
Gli antichi Egizi ritenevano che la tartaruga fosse un pesce. I pesci tuttavia erano creature con una connotazione negativa, la loro presenza non compare nelle liste di offerta, e il geroglifico che rappresenta il pesce non viene rappresentato all’interno delle tombe, nelle camere funerarie, o nei sarcofagi. Molto tempo dopo il Medio Regno, il nome dato in un primo tempo a questo animale, Shetu, cambiò in Sheta, il cui significato è “l’essere misterioso”. Gli amuleti o i pendenti raffiguranti la tartaruga avevano un valore apotropaico, per preservare chi lo indossava dalle influenze malvagie dell’animale indossato.
Comunicazione alla Soprintendenza Archeologica di Bologna Cod. 123/2017

richiedi informazioni
Ti invitiamo a leggere l'Informativa Privacy